Menu
Increase size
Reset to Default
Decrease size

RSS Twitter Google Facebook

A+ A A-
SCN al CESV
(Tempo di lettura: 2 - 4 minuti)

Progetto: COMUNITA' SOLIDALI

Il CeSV Messina, organismo senza fini di lucro, è impegnato nella  promozione della cittadinanza attiva  e nella diffusione della cultura del volontariato attraverso iniziative di animazione territoriale, informazione, formazione e cooperazione.

Coerentemente alla propria mission, intende coinvolgere i ragazzi e le ragazze del servizio civile, individuando come aree specifiche di lavoro quelle di:
• documentazione/ricerca,
• promozione del volontariato,
• comunicazione/informazione.
• Animazione territoriale
• Sviluppo di comunità.

Obiettivo generale è quello di promuovere tra i giovani e tra le organizzazioni di volontariato, la cultura dell’advocacy intesa come capacità del volontariato ad affiancare, alla sempre importante azione di cura e presa in carico delle situazione e dei contesti di sofferenza e di disagio, una costante azione informativa, di sensibilizzazione e di tutela dei diritti dei cittadini e delle stesse organizzazioni, di promozione della cittadinanza attiva, della giustizia sociale, della legalità.
Il piano di attuazione all’interno del quale saranno inseriti i giovani in SCN è ispirato a tre scelte strategiche ed in altrettanti obiettivi specifici per ciascuna di queste.

a) Potenziare e valorizzare il volontariato. Tutto il volontariato nelle sue molteplici espressioni ed interessi. Con la capacità anche di discernere e quindi valorizzare quelle esperienze che con più autenticità si ispirano ai principi della Carta dei valori. Potenziare e valorizzare significa porre l’accento sulla funzione di sostegno e di promozione delle competenze affinché i tanti volontariati trovino in sé e nelle reti virtuose che sapranno costruire la forza necessaria per produrre autentico cambiamento sui territori.
In questo senso sono stati individuati i tre obiettivi specifici che intendiamo realizzare:
-  Agire scambi di buone prassi.
- Favorire l’apprendimento di competenze per l’organizzazione e la gestione
delle OdV.
-  Qualificare la rappresentanza e promuovere l’autonomia delle OdV.

b) Abitare i territori. E’ la seconda delle scelte strategiche. Tornare ad agire dentro le comunità locali. Lì dove abitano ed agiscono i volontari: nei piccoli paesi della provincia e nelle problematiche aree urbane, il CESV può e deve tornare a sviluppare le proprie iniziative dentro le comunità locali. Questa scelta è utile a ri-pensarsi più vicino ai volontari e meno auto-referenziali e ripiegati sugli aspetti organizzativi del nostro lavoro. In passato la scelta di aprire sportelli territoriali e di sviluppare azioni formative in provincia è andata in questa direzione. Quest’anno la scelta è ancora più evidente perché quelli che una volta erano sportelli territoriali oggi diventano coordinamenti territoriali costituiti, organizzati e gestiti direttamente dalle OdV che imparano ad auto-organizzarsi con il sostegno e le risorse (professionali, strutturali ed economiche) del CESV.
Per la realizzazione di questa scelta strategica abbiamo individuato altri tre obiettivi specifici:
- Promuovere e consolidare coordinamenti locali sui territori.
- Promuovere competenze di comprensione delle dinamiche sociali.
- Favorire l’accessibilità e la fruibilità dei servizi del CESV.

c) Fare comunità: ricostruire legami. La terza scelta strategica indica l’orizzonte verso cui il CESV vuole orientare il suo stare dentro i territori. Ci siamo, dentro le comunità accanto ai volontari, perché è evidente che la maggior parte delle problematiche che una società civile spesso disorientata non riesce ad affrontare esistono in quanto che sono assenti o deboli proprio le “comunità”. Intese come luogo fisico e di relazione in cui ci si percepisce parte di un tutto, si riconoscono questioni comuni, si confrontano competenze, si condividono fragilità, ma anche risorse, per fronteggiare tali questioni. Nei nostri territori manca proprio tutto questo: la comunità non c’è o se c’è è debole, frammentata, disorientata. E’ povera di capitale sociale e allora ci si rifugia nell’interesse di parte. Il CESV ha potenzialità, risorse e competenze nella sua compagine societaria e nell’equipe di consulenti e collaboratori per provare a raccogliere questa istanza e trasformarla in nuova sfida comunitaria capace di rinnovare le motivazione etiche e fondative del CESV.
Anche per questa scelta strategica abbiamo provato ad individuare tre obiettivi strategici:
-Promuovere reti competenti e di fronteggiamento.
-Promuovere e sostenere azioni di advocacy.
-Promuovere competenze e strumenti metodologici adeguati allo sviluppo delle comunità (lavoro di comunità).

Bando straordinario 2008

Modulistica

Progetto ''Comunità Solidali''

Scheda di sintesi del progetto ''Comunità Solidali''

Modello di Curriculum in formato europeo   Clicca per ascoltare il testo! Progetto: COMUNITA SOLIDALI Il CeSV Messina, organismo senza fini di lucro, è impegnato nella  promozione della cittadinanza attiva  e nella diffusione della cultura del volontariato attraverso iniziative di animazione territoriale, informazione, formazione e cooperazione. Coerentemente alla propria mission, intende coinvolgere i ragazzi e le ragazze del servizio civile, individuando come aree specifiche di lavoro quelle di:• documentazione/ricerca, • promozione del volontariato, • comunicazione/informazione.• Animazione territoriale• Sviluppo di comunità. Obiettivo generale è quello di promuovere tra i giovani e tra le organizzazioni di volontariato, la cultura dell’advocacy intesa come capacità del volontariato ad affiancare, alla sempre importante azione di cura e presa in carico delle situazione e dei contesti di sofferenza e di disagio, una costante azione informativa, di sensibilizzazione e di tutela dei diritti dei cittadini e delle stesse organizzazioni, di promozione della cittadinanza attiva, della giustizia sociale, della legalità.Il piano di attuazione all’interno del quale saranno inseriti i giovani in SCN è ispirato a tre scelte strategiche ed in altrettanti obiettivi specifici per ciascuna di queste. a) Potenziare e valorizzare il volontariato. Tutto il volontariato nelle sue molteplici espressioni ed interessi. Con la capacità anche di discernere e quindi valorizzare quelle esperienze che con più autenticità si ispirano ai principi della Carta dei valori. Potenziare e valorizzare significa porre l’accento sulla funzione di sostegno e di promozione delle competenze affinché i tanti volontariati trovino in sé e nelle reti virtuose che sapranno costruire la forza necessaria per produrre autentico cambiamento sui territori.In questo senso sono stati individuati i tre obiettivi specifici che intendiamo realizzare:-  Agire scambi di buone prassi.- Favorire l’apprendimento di competenze per l’organizzazione e la gestione delle OdV.-  Qualificare la rappresentanza e promuovere l’autonomia delle OdV. b) Abitare i territori. E’ la seconda delle scelte strategiche. Tornare ad agire dentro le comunità locali. Lì dove abitano ed agiscono i volontari: nei piccoli paesi della provincia e nelle problematiche aree urbane, il CESV può e deve tornare a sviluppare le proprie iniziative dentro le comunità locali. Questa scelta è utile a ri-pensarsi più vicino ai volontari e meno auto-referenziali e ripiegati sugli aspetti organizzativi del nostro lavoro. In passato la scelta di aprire sportelli territoriali e di sviluppare azioni formative in provincia è andata in questa direzione. Quest’anno la scelta è ancora più evidente perché quelli che una volta erano sportelli territoriali oggi diventano coordinamenti territoriali costituiti, organizzati e gestiti direttamente dalle OdV che imparano ad auto-organizzarsi con il sostegno e le risorse (professionali, strutturali ed economiche) del CESV.Per la realizzazione di questa scelta strategica abbiamo individuato altri tre obiettivi specifici:- Promuovere e consolidare coordinamenti locali sui territori.- Promuovere competenze di comprensione delle dinamiche sociali.- Favorire l’accessibilità e la fruibilità dei servizi del CESV. c) Fare comunità: ricostruire legami. La terza scelta strategica indica l’orizzonte verso cui il CESV vuole orientare il suo stare dentro i territori. Ci siamo, dentro le comunità accanto ai volontari, perché è evidente che la maggior parte delle problematiche che una società civile spesso disorientata non riesce ad affrontare esistono in quanto che sono assenti o deboli proprio le “comunità”. Intese come luogo fisico e di relazione in cui ci si percepisce parte di un tutto, si riconoscono questioni comuni, si confrontano competenze, si condividono fragilità, ma anche risorse, per fronteggiare tali questioni. Nei nostri territori manca proprio tutto questo: la comunità non c’è o se c’è è debole, frammentata, disorientata. E’ povera di capitale sociale e allora ci si rifugia nell’interesse di parte. Il CESV ha potenzialità, risorse e competenze nella sua compagine societaria e nell’equipe di consulenti e collaboratori per provare a raccogliere questa istanza e trasformarla in nuova sfida comunitaria capace di rinnovare le motivazione etiche e fondative del CESV.Anche per questa scelta strategica abbiamo provato ad individuare tre obiettivi strategici:-Promuovere reti competenti e di fronteggiamento.-Promuovere e sostenere azioni di advocacy.-Promuovere competenze e strumenti metodologici adeguati allo sviluppo delle comunità (lavoro di comunità). Bando straordinario 2008 Modulistica Progetto Comunità Solidali Scheda di sintesi del progetto Comunità Solidali Modello di Curriculum in formato europeo

strumenti

pulsante5x1000

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
Se vuoi ricevere tutte le news dal CESV Messina, iscriviti alla nostra newsletter.


Ricevi HTML?

Accedi o Registrati

Clicca per ascoltare il testo!