Menu
Increase size
Reset to Default
Decrease size

RSS Twitter Google Facebook

A+ A A-
Assessorato famiglia Assessorato famiglia

Avviso "Interventi di recupero funzionale e riuso di vecchi immobili di proprietà pubblica in collegamento con attività di animazione sociale e partecipazione collettiva...". Scadenza: 17 agosto 2017 In evidenza

(Tempo di lettura: 2 - 4 minuti)
Manifestazione di interesse a presentare progetti per “Interventi di recupero funzionale e riuso di vecchi immobili di proprietà pubblica in collegamento con attività di animazione sociale e partecipazione collettiva, inclusi interventi per il riuso e la rifunzionalizzazione dei beni confiscati alle mafie”.

 

L'avviso è stato pubblicato sul Supplemento Ordinario della GURS n. 21 del 19 maggio 2017, la scadenza quindi (calcolata entro le ore 13.00 del 90° giorno dalla predetta pubblicazione in Gazzetta Ufficiale) sarà il 17 agosto 2017.
La Regione siciliana, Dipartimento della famiglia e delle politiche sociali intende dare attuazione alle Azioni previste dal PO FERS 2014-2020 per il perseguimento dell’Obiettivo Specifico 9.6 “Aumento della legalità nelle aree ad alta esclusione sociale e miglioramento del tessuto urbano nelle aree a basso tasso di legalità”.
Per il raggiungimento delle su indicate finalità, secondo quanto indicato nel Programma Operativo, attraverso il presente Avviso la Regione si propone di conseguire il cambiamento atteso relativo al miglioramento dei contesti, soprattutto urbani, caratterizzati da elevato disagio sociale, degrado ambientale ed alti tassi di dispersione scolastica e formativa, spesso connotati da basso tasso di legalità, incidendo, in particolare, su tali aree recuperando e riqualificando immobili con un focus specifico sui beni confiscati alle organizzazioni criminali.
L’Azione 9.6.6 “Interventi di recupero funzionale e riuso di vecchi immobili di proprietà pubblica in collegamento con attività di animazione sociale e partecipazione collettiva, inclusi interventi per il riuso e la rifunzionalizzazione dei beni confiscati alle mafie” e il presente Avviso intendono, quindi, sostenere interventi di recupero, adeguamento e rifunzionalizzazione di immobili (spazi ed edifici), con particolare rifermento ai beni sottratti alla criminalità organizzata, da parte di enti locali da destinare all’erogazione di servizi e attività sociali e/o con funzioni di animazione socio-culturale e sportiva, la cui destinazione d’uso sociale è condivisa e anche costruita con la popolazione residente e gli attori del volontariato, associazionismo, terzo settore operanti a livello territoriale.
Le risorse disponibili per il presente Avviso ammontano complessivamente a 36.660.000,00 euro.
La modalità attuativa del presente Avviso prevede l’apertura di due finestre nell’arco temporale di un semestre, decorrente dalla scadenza di presentazione delle istanze alla prima finestra.
La dotazione finanziaria della prima finestra è pari a € 25.000.000,00.
Il contributo finanziario in conto capitale concesso con il presente Avviso è pari per ciascuna Operazione ad un massimo di 600.000,00 euro (seicentomilaeuro).
Possono presentare istanza di finanziamento le aree urbane, come esplicitato nel paragrafo 1.1.1.5 del PO FESR 2014/2020, cioè le diciotto Città Polo e/o con popolazione superiore a 50.000 abitanti (ex art.7 del Reg.(UE) 1301/2013), nonché le diciassette città del peculiare cluster di città che hanno elaborato un Piano Strategico e/o un Piano Integrato di Sviluppo Urbano (PISU) nel precedente periodo di programmazione, caratterizzate in genere da dimensione demografica tra i 30.000 ed i 50.000 abitanti ( per l'elenco delle trentacinque città ammissibili vedi tabella art. 3.1 dell'avviso).
Sono ammissibili al contributo finanziario le Operazioni di riqualificazione, riconversione e ristrutturazione, del patrimonio edilizio pubblico e degli spazi pubblici in condizione di sotto-utilizzo e/o non più rispondenti alle funzioni originarie.
L’Operazione proposta deve soddisfare i seguenti requisiti generali:
l’Operazione deve essere completata, in uso e funzionante entro il termine programmato in sede di domanda di ammissione a contributo finanziario.
L’Operazione deve rispondere ai requisiti di eleggibilità, ammissibilità e coerenza previsiti e disciplinati dalla normativa comunitaria, nazionale e regionale di riferimento, dal PO FESR 2014/2020 e dalla programmazione attuativa.
Le tipologie degli interventi, distinte per Azione e Funzione sono indicativamente le seguenti:
Azione 1 - Funzione Sociale (es.: spazi aggregativi e spazi polivalenti);
Azione 2 – Funzione Sportiva (es. allestimento di play ground);
Azione 3 – Funzione di animazione socio-culturale e partecipazione collettiva (es. strutture relative a luoghi della cultura e dello spettacolo).
Le proposte progettuali potranno contemplare anche tutte e tre le Azioni di cui al precedente punto.
Le domande devono essere inoltrate a mezzo Posta Elettronica Certificata (PEC) al seguente indirizzo: dipa...@certmail.regione.sicilia.it, compilando l’Allegato 1 all'Avviso e devono essere sottoscritte con firma digitale.
Le domande in via telematica (PEC) devono essere inviate al seguente indirizzo PEC dipa...@certmail.regione.sicilia.it con specifico oggetto “PO FESR 2014/2020_AVVISO Azione 9.6.6”, e sottoscritte digitalmente, entro le ore 13 del 90° giorno successivo alla data di pubblicazione sulla Gurs del presente Avviso per la prima finestra e del provvedimento di apertura per la seconda finestra.

Informazioni di contatto

Il Servizio 1 del Dipartimento Famiglia ai seguenti recapiti:
Indirizzo email: fami...@regione.sicilia.it
Indirizzo PEC: dipa...@certmail.regione.sicilia.it
Numeri telefonici ore 10-13: Dott.ssa Pecoraro 091.7074689; Sig.ra Leopizzi 091.7074174

{/gspeech}

  • Scadenza: Venerdì, 01 Febbraio 2019
Vota questo articolo
(0 Voti)
Torna in alto

strumenti

pulsante5x1000

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
Se vuoi ricevere tutte le news dal CESV Messina, iscriviti alla nostra newsletter.


Ricevi HTML?

Accedi o Registrati

Clicca per ascoltare il testo!