Menu
Increase size
Reset to Default
Decrease size

RSS Twitter Google Facebook

A+ A A-

Avviso pubblico “Piano nazionale per la promozione della cultura della legalità”. Scadenza: 23/02/2018 ore 12.00 In evidenza

(Tempo di lettura: 2 - 3 minuti)
L’Avviso, adottatto ai sensi dell’art. 15 del D.M. n. 851/2017, è diretto a realizzare una procedura di selezione e finanziamento delle iniziative educative proposte da istituzioni scolastiche ed educative statali di ogni ordine e grado sul tema dell’educazione alla legalità.


La procedura selettiva è diretta a tutte le istituzioni scolastiche ed educative statali di ogni ordine e grado, singole o organizzate in reti di scuole.
Ciascuna istituzione scolastica, singolarmente o come capofila di una rete che sia già costituita alla data di scadenza del presente avviso può proporre la propria candidatura con un solo progetto. La scuola che aderisca a una rete ma non ne sia capofila può proporre la propria candidatura diretta come scuola singola o capofila di altra rete.
Per essere ammessi al finanziamento i progetti dovranno realizzare percorsi di educazione e formazione interdisciplinare su almeno una delle seguenti tematiche:
    educazione alla cittadinanza attiva e al rispetto delle regole attraverso la costruzione di una rete di collaborazione tra la scuola ed enti pubblici e/o privati presenti sul territorio di riferimento che contemplino tra i propri scopi l’educazione alla cittadinanza attiva e alla legalità;
    educazione al rispetto per contrastare ogni forma di violenza e discriminazione e favorire il superamento di pregiudizi e disuguaglianze, secondo i principi espressi dall’art. 3 della Costituzione;
    educazione al volontariato, all’impegno sociale e alla cultura del dono e della solidarietà;
    educazione alla valorizzazione del territorio e del patrimonio artistico e culturale;
    educazione al rispetto ed alla cura degli spazi al servizio della collettività (la scuola, gli spazi messi a disposizione degli studenti, i luoghi collettivi del quartiere di riferimento come piazze, parchi, giardini, strade, piste ciclabili, etc.);
    cittadinanza economica, con particolare attenzione alla normativa e alle procedure che contraddistinguono il sistema produttivo e d’impresa che opera nel rispetto della legalità, della trasparenza e dell’anticorruzione;
    educazione all’uso attento del linguaggio e al rispetto delle regole di convivenza civile, nei contesti di relazione linguistica scolastica (assemblee, dibattiti in classe, dialoghi anche attraverso social network, chat e whatsapp) ed extra-scolastica.
Le risorse programmate per la realizzazione delle iniziative educative in questione sono pari a 2.000.000 di euro.
Per assicurare il finanziamento di un congruo numero di progetti non sono ammesse richieste di finanziamento superiori a 100.000 euro. Qualora la realizzazione dell’iniziativa contempli costi maggiori dovranno essere precisate le modalità di cofinanziamento.
Le domande di partecipazione dovranno essere inviate alla Direzione generale per lo studente, l’integrazione e la partecipazione esclusivamente attraverso il portale www.monitor440scuola.it seguendo la relativa procedura guidata, a partire dal 24 gennaio 2018 ed entro e non oltre le ore 12.00 del 23 febbraio 2018.
  Clicca per ascoltare il testo! L’Avviso, adottatto ai sensi dell’art. 15 del D.M. n. 851/2017, è diretto a realizzare una procedura di selezione e finanziamento delle iniziative educative proposte da istituzioni scolastiche ed educative statali di ogni ordine e grado sul tema dell’educazione alla legalità. La procedura selettiva è diretta a tutte le istituzioni scolastiche ed educative statali di ogni ordine e grado, singole o organizzate in reti di scuole.Ciascuna istituzione scolastica, singolarmente o come capofila di una rete che sia già costituita alla data di scadenza del presente avviso può proporre la propria candidatura con un solo progetto. La scuola che aderisca a una rete ma non ne sia capofila può proporre la propria candidatura diretta come scuola singola o capofila di altra rete.Per essere ammessi al finanziamento i progetti dovranno realizzare percorsi di educazione e formazione interdisciplinare su almeno una delle seguenti tematiche:    educazione alla cittadinanza attiva e al rispetto delle regole attraverso la costruzione di una rete di collaborazione tra la scuola ed enti pubblici e/o privati presenti sul territorio di riferimento che contemplino tra i propri scopi l’educazione alla cittadinanza attiva e alla legalità;    educazione al rispetto per contrastare ogni forma di violenza e discriminazione e favorire il superamento di pregiudizi e disuguaglianze, secondo i principi espressi dall’art. 3 della Costituzione;    educazione al volontariato, all’impegno sociale e alla cultura del dono e della solidarietà;    educazione alla valorizzazione del territorio e del patrimonio artistico e culturale;    educazione al rispetto ed alla cura degli spazi al servizio della collettività (la scuola, gli spazi messi a disposizione degli studenti, i luoghi collettivi del quartiere di riferimento come piazze, parchi, giardini, strade, piste ciclabili, etc.);    cittadinanza economica, con particolare attenzione alla normativa e alle procedure che contraddistinguono il sistema produttivo e d’impresa che opera nel rispetto della legalità, della trasparenza e dell’anticorruzione;    educazione all’uso attento del linguaggio e al rispetto delle regole di convivenza civile, nei contesti di relazione linguistica scolastica (assemblee, dibattiti in classe, dialoghi anche attraverso social network, chat e whatsapp) ed extra-scolastica.Le risorse programmate per la realizzazione delle iniziative educative in questione sono pari a 2.000.000 di euro.Per assicurare il finanziamento di un congruo numero di progetti non sono ammesse richieste di finanziamento superiori a 100.000 euro. Qualora la realizzazione dell’iniziativa contempli costi maggiori dovranno essere precisate le modalità di cofinanziamento.Le domande di partecipazione dovranno essere inviate alla Direzione generale per lo studente, l’integrazione e la partecipazione esclusivamente attraverso il portale www.monitor440scuola.it seguendo la relativa procedura guidata, a partire dal 24 gennaio 2018 ed entro e non oltre le ore 12.00 del 23 febbraio 2018.

  • Scadenza: Lunedì, 20 Giugno 2016
Vota questo articolo
(0 Voti)
Torna in alto

strumenti

Accedi o Registrati

Clicca per ascoltare il testo!